Affari e Business dietro la vicenda TAP ai danni del Salento e della Puglia

da | 17 aprile 2017 | Ambiente, Melendugno, Politica, Puglia, San Foca, Territorio | 0 commenti

TAP PugliaSwiss

Dal Sig. Orazio Venuti, dell’Associazione PugliaSwiss, ci giunge questa lettera indirizzata all’Assessore allo Sviluppo Economico, Cultura e Turismo della Regione Puglia, Loredana Capone, al Sindaco di Melendugno, Marco Potì, ai componenti del Comitato No TAP che nei giorni scorsi hanno fatto valere la loro posizione sulla vicenda, e agli amici attivi sul territorio Luigi Russo, Gianluca Maggiore, Alfredo Fasiello, Carmen MancarellaClaudio GiannettaMaria Serena Manganiello.

Di seguito il contenuto integrale della lettera inviata:

Gentile Assessore Loredana Capone,

domenica 02 aprile 2017, in occasione della sua Conferenza stampa alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano, Lei ha tracciato un bilancio di questi suoi recenti anni di attività ed elencato, cifre alla mano, i successi che il Salento e la Puglia hanno riscontrato, soprattutto in termini di arrivi di turisti dall’estero e di destagionalizzazione, grazie al lavoro, l’impegno, la costanza, suoi e di Pugliapromozione, anche con investimenti non indifferenti in risorse economiche ed in personale e tempo per approntamento e sviluppo progetti ed iniziative (Buy Puglia, partecipazione di Pugliapromozione a BTM, Borsa Internazionale del Turismo a Milano, ecc.)

Tutto questo suo lavoro, e dei suoi collaboratori del Servizio Internazionalizzazione e di Puglia Promozione rischia seriamente di essere compromesso qualora, malauguratamente, il gasdotto TAP dovesse, dall’Azerbaijan, attraverso Turchia, Grecia e Albania, approdare a soli 700 metri dalle bellissime spiagge, anche bandiera blu, di San Foca e Melendugno.

Dalla mia inchiesta sulla vicenda, vista dalla parte svizzera, che Le avevo preannunciato domenica 02 aprile, e che tutt’ora continua, emerge un coinvolgimento diretto (regia, inizio e siluppo del progetto TAP) della Svizzera e dell’Azerbaijan.

L’idea ed il progetto TAP sono nati nell’anno 2003 presso la multinazionale svizzera EGL (ELEKTRIZITATS GESELLSCHAFT LAUFENBURG), con sede a Baden, nella Svizzera Tedesca, nel periodo nel quale (dal 2002 al 2006) del Consiglio di Amministrazione di EGL faceva parte l’attuale Presidente della Confederazione Svizzera DORIS LEUTHARD.

DORIS LEUTHARD lascio’ nel 2006 il suo incarico presso la multinazionale EGL per entrare, prima in Parlamento, e successivamente, nel Governo svizzero, assumendo, tra l’altro, subito dopo, l’incarico di Ministro dell’Energia, prima di diventare, dapprima nel 2010, e nell’anno in corso 2017, Presidente della Confederazione Svizzera.

Sia in qualità di membro del Consiglio di Amministrazione di EGL, che in qualità di Ministro dell’Energia e di Presidente della Confederazione Svizzera, LORIS LEUTHARD ha sempre sostenuto e promosso il progetto TAP (Tap Adriatic Pipeline) con incontri e visite, sia ufficiali, che non ufficiali, con il Presidente dell’Azerbaijan ILHAM ALIJEV sia tramite Delegazioni dei due Paesi.

Svizzera ed Azerbaijan fanno tranquillamente affari reciproci nei rispettivi Paesi (la Società statale azera SOCAR nel 2012 ha aperto in Svizzera la SOCAR Energy acquistando, e sostituendosi al marchio Esso, tutte le stazioni di servizio  (130) ed installandosi in tutti i Cantoni della Svizzera (nei punti di vendita Socar in Svizzera oggi vi lavorano 800 persone).

Molte altre informazioni su quanto vi è in questi ed altri traffici avete sicuramente potuto dedurlo dalle due puntate dell’inchiesta che sta portando avanti l’Espresso (corruzione al Consiglio d’Europa, indagini della Procura di Milano, società off shore a Panama, contatti con la criminalità organizzata, riciclaggio di denaro a Panama, in Svizzera ed altrove), ecc.

In questo contesto, se volessimo provare ad ottenere dei risultati positivi per il Salento in questa vicenda contro TAP, credo non sia utile e proficuo:

  1. a) nè agire a compartimenti stagni ed ognuno per proprio conto (Regione Puglia, Comune di Melendugno, Movimento NO TAP, organi d’informazione e stampa e giornalisti, associazioni ambientalistiche, opinione pubblica);
  2. b) nè limitarsi ai presidi permanenti ed alla organizzazione di concerti, anche se entrambi validissimi ed utilissimi.

A mio modesto avviso DOVREMMO TUTTI NOI COORDINARCI ED AGIRE IN SINERGIA, DOPO AVER VALUTATO GLI OBBIETTIVI CHE SI DESIDERANO RAGGIUNGERE E LE MIGLIORI STRATEGIE DA ADOTTARE.

Dal 22 aprile al 01 maggio 2017 saro’ in Puglia (Bisceglie, Barletta, Trani, Andria, Castel del Monte, Corato, Torre Mozza, San Foca e Melendugno) per fare opera di sensibilizzazione in merito al problema e aggiornarVi sulla vicenda (dalla parte svizzera).

Chiederei cortesemente al Sindaco di Melendugno Marco Poti’ di tenersi in contatto con me anche telefonicamente o via skype (purtroppo noi non disponiamo di molte risorse).

Ringrazio tutti per l’attenzione e agiamo insieme per mantenere integro ed intatto il Vostro (e nostro) bellissimo Salento e la nostra bella Puglia.

Auguro a tutti Buona Pasquetta.

Orazio Venuti

Associazione PugliaSwiss